TRE TIPI DI STRUTTURA

La durevolezza del parquet non è data in primis dallo spessore di legno nobile, bensì dalla qualità della struttura, dalla perfetta aderenza dello strato nobile e dalla lavorazione precisa.

Bauwerk Parkett ha in assortimento tre diverse strutture di parquet. Innanzitutto viene fatta una distinzione tra struttura a due strati e struttura a tre strati. I prodotti a 2 strati si differenziano ulteriormente in base allo strato portante. Ci sono gruppi di prodotti che hanno un supporto abete rosso e abete e gruppi di prodotti che hanno un supporto in HDF. Indipendentemente dalla struttura, coniugando competenza specialistica e tecnologia avanzata, garantiamo la migliore qualità Bauwerk.

2 strati:
supporto abete rosso e abete

2 strati:
supporto in HDF

3 strati:
strato intermedio abete rosso e abete
on estremità in HDF

PARQUET A 2 STRATI

Il parquet a 2 strati viene sempre incollato al sottofondo. In questo modo è molto silenzioso al calpestio. Grazie all’altezza ridotta della struttura, questo parquet offre un’eccellente resistenza termica e si presta pertanto molto bene per la posa su pavimenti radianti. Inoltre, il parquet a 2 strati può essere facilmente posato senza fughe su altri rivestimenti per pavimentazioni o elementi fissi. 

Spessore di legno nobile: lo strato superiore, il cosiddetto spessore di legno nobile o top-layer, è fatto di vero legno con uno spessore minimo di 2.5 mm. Per lo spessore di legno nobile possono essere utilizzati diversi legni pregiati – ad esempio rovere, faggio, acero, noce o ciliegio. Lo spessore di legno nobile può essere levigato più volte in caso di necessità e rinnovato, preservando così le risorse naturali.

Strato portante/supporto: lo strato portante è formato da elementi di legno di conifera (supporto abete rosso e abete) incollati o dal supporto in HDF, una fibra di legno, posizionati trasversalmente al top-layer.

 

Supporto abete rosso e abete

Questo supporto è la classica variante portante del parquet ed è formata da 100% vero legno europeo. Per garantire il massimo della qualità Bauwerk, utilizziamo soltanto legno con anelli di accrescimento verticali, poiché questi presentano meno “lavoro” di quelli orizzontali e il supporto si comporta in modo più tranquillo per quanto riguarda contrazione e rigonfiamento. 

Supporto HDF

Con la tecnologia HDF, Bauwerk coniuga l’aspetto naturale con la straordinaria sensazione al tatto di un pavimento di vero legno che offre performance convincenti e durevolezza. Questo parquet high-tech offre tutti i vantaggi di un pavimento di legno con supporto abete rosso e abete ma già con uno spessore di legno nobile compreso tra i 2.5 e 3 millimetri. In questo modo il supporto HDF consente anche una gestione più sostenibile e delicata del prezioso legno pregiato.

Pannelli di fibra ad alta densità come base resistente e durevole

Grazie all’alta densità e al top-layer incollato, un parquet con supporto HDF mantiene stabile la propria forma nel tempo. Il parquet HDF di Bauwerk può pertanto essere levigato tante volte quanto i parquet con supporti di legno classici e più morbidi, che necessitano di uno spessore maggiore di legno nobile. L’effettiva utilizzabilità e durevolezza del parquet non è quindi data in primis dallo spessore di legno nobile, bensì dalla qualità della struttura, dalla perfetta aderenza dello strato nobile e dalla lavorazione precisa.

 

PARQUET A 3 STRATI

Il parquet a 3 strati richiede sottofondi meno elaborati e può essere posato flottante. I prodotti sono adatti anche per la posa su pavimenti radianti. Gli elementi del parquet vengono uniti fra loro mediante accoppiamento maschio-femmina o a click.

Spessore di legno nobile: lo strato superiore, il cosiddetto spessore di legno nobile o top-layer – è fatto di vero legno con uno spessore minimo di 3.5 mm. Per lo spessore di legno nobile possono essere utilizzati diversi legni pregiati – ad esempio rovere, faggio, acero, noce o ciliegio.

Strato intermedio: lo strato intermedio èformato da elementi di legno di conifera (abete rosso e abete) posizionati trasversalmente al top-layer ed estremità in HDF.

Controbilanciatura: il parquet finito a 3 strati dispone di una controbilanciatura. Questa stabilizza ulteriormente l’intera struttura ed è formata anch’essa da un’impiallacciatura di faggio.