Se si prevede di erigere un palazzo all’interno di una zona già edificata, è necessario che gli architetti si confrontino con le strutture esistenti intorno a quella di nuova costruzione. E in misura ancora maggiore quando si tratta di un nuovo edificio che deve sostituirne uno che è stato demolito. I nuovi progetti possono essere esteticamente integrati nell’ambiente oppure distinguersene in modo mirato. Il contesto deve essere preservato per la visione d’insieme? O vanno piuttosto ricercate una diversa formulazione e interpretazione dell’ambiente circostante in vista, ad esempio, di un aumento della densità abitativa delle strutture edilizie presenti? Le ristrutturazioni, le riconversioni e gli ampliamenti di costruzioni esistenti definiscono il canone degli interventi edilizi in area già edificate. Il confronto con le strutture esistenti è importante, perché paesaggi culturali, città, paesi, quartieri o singoli edifici storici e siti archeologici rappresentato una parte importante del nostro patrimonio architettonico e ci consentono di identificarci con la nostra cultura e la nostra storia.

Un esempio di intervento su edifici esistenti e aree già edificate si trova a Feldmeilen. Qui sorgono uno accanto all’altro cinque palazzi, alcuni ristrutturati e altri di nuova costruzione, che formano un insieme urbanistico al cui centro si trova una piazzetta. L’intero progetto è stato realizzato dall’architetto Martin Gautschi di Zurigo e da Serliana AG. Una particolarità di questa realizzazione è rappresentata dal fatto che Bauwerk Parquet ha prodotto un pavimento su misura per gli interni.

Con il mantenimento e l’ampliamento di edifici esistenti, come è avvenuto a Feldmeilen, si promuove l’attività di città e paesi. Resta meno spazio a disposizione di anonimi quartieri residenziali di nuova costruzione che spesso rappresentano anche un’enorme sfida per le infrastrutture locali. I canoni di affitto possono essere contenuti e in questo modo si rende possibile una mescolanza tra vari gruppi sociali. Per una ristrutturazione sono necessari meno materiali edilizi rispetto a quelli che sarebbero necessari per la costruzione di un nuovo edificio e questo dà un senso alle opere conservative anche dal punto di vista ambientale.

FELDGÜETLI

HUCHLER-SCHEUNE

Diversamente dagli edifici, tuttavia, la società cambia con un processo continuo. Ne consegue che i palazzi che sono stati costruiti per adempiere a una specifica funzione o per soddisfare determinate esigenze devono adeguarsi alle nuove condizioni. In queste rientrano anche requisiti di comfort abitativo che fluttuano in base ai nuovi standard di vita o al progresso in campo tecnico. Nel caso di alcuni vecchi edifici, questi nuovi standard devono inoltre essere conformi a quanto richiesto dalla tutela dei monumenti. È quanto è accaduto ad esempio con l’„Huchler Scheune" del 17° secolo, a Waiblingen, località nei pressi di Stoccarda. In questo progetto l’architetto era anche il committente e ha ristrutturato il fienile trasformandolo in un ambiente in cui spazi abitativi si mescolano con uffici.

Negli interni è stato utilizzato Cleverpark rovere Farina di Bauwerk Parquet. La posa del parquet nelle opere di ristrutturazione comporta numerosi vantaggi. Spesso è possibile applicarlo sopra i pavimenti esistenti. Nel caso di pavimentazioni in pietra, in piastrelle o a liste la planarità è un presupposto importante. Se però l’isolamento acustico o termico sono inadeguati, è solitamente sensato rimuovere il pavimento sotto lo strato di parquet. La vecchia pavimentazione deve essere rimossa anche se si installa un sistema a pannelli radianti. Posando un nuovo parquet Bauwerk in un edificio ristrutturato è possibile interpretare in chiave moderna l’estetica storica del pavimento in legno e contribuire al benessere abitativo degli ambienti interni.

Altre storie dal settore Tendenze e notizie

QUALITÀ BAUWERK
La qualità Bauwerk soddisfa i massimi standard e si regge da sempre sulle quattro colonne portanti sviluppo, produzione, servizio e posa. In questo modo garantiamo la massima qualità in ogni fase del processo di produzione – e ben oltre.
TRADIZIONE SVIZZERA
Fin dal 1935 Bauwerk, azienda svizzera di grande tradizione, produce, con affidabilità, precisione e passione, parquet in grado di soddisfare i massimi requisiti. Bauwerk è orgogliosa delle proprie origini, ma punta al contempo sull'innovazione.
ABITARE SANO
Con la definizione «abitare sano» o l'aggettivo «salubre», Bauwerk presta un importante contributo a una qualità di vita migliore. La scelta consapevole di materiali salubri, infatti, contribuisce considerevomente al benessere personale negli ambienti.