Business

Boutique Frischknecht

É l’unico edificio che è sopravvissuto a un incendio scoppiato in città e pertanto il più antico di San Gallo. Nella cantina a volte del 1460 e nel garage attiguo, Eveline Frischknecht ha allestito la sua gioielleria.

É l’unico edificio che è sopravvissuto a un incendio scoppiato in città e pertanto il più antico di San Gallo. Nella cantina a volte del 1460 e nel garage attiguo, Eveline Frischknecht ha allestito la sua gioielleria.

Nell’autunno del 2006 Eveline Frischknecht, orefice di formazione, ha inaugurato la sua gioielleria in una cantina a volte, in un edificio del XV secolo, protetto come monumento storico. Undici anni più tardi, ha potuto affittare il garage attiguo e, quindi, quasi raddoppiare la superficie di vendita e ingrandire le vetrine. Per unire la cantina e il garage e realizzare due grandi passaggi ad arco, è stato abbattuto un muro spesso un metro - questa non è stata l’unica sfida, racconta l’architetto d’interni Ina Rinderknecht della Cavigelli & Rinderknecht AG. «Abbiamo dovuto unire i due ambienti a livello visivo. Ciò è stato possibile posando il parquet dall’entrata con un angolo di 45 gradi». Ina Rinderknecht ha scelto per il pavimento in legno ha scelto "Studiopark Master Edition, Rovere, Moscata" di Bauwerk Parkett, da un lato perché il colore emana calore e dall’altro perché si adatta perfettamente agli intarsi di ottone e al marmo bianco. Gli intarsi risaltano sul pavimento di parquet, sottolineando così l’insolita diagonale del pavimento, la quale però crea tuttavia l’atmosfera di questo ambiente.

A causa del soffitto a volte, anche l’illuminazione degli ambienti e soprattutto dei gioielli ha rappresentato un’ulteriore sfida. Su desiderio di Eveline Frischknecht, gli ambienti dopo la ristrutturazione dovevano ricordare con un linguaggio elegante la manifattura e allo stesso tempo avere un carattere museale. L’architetto d’interni ha ripreso l’idea della manifattura nell’illuminazione: lampade a forma di lanterna sopra le singole vetrine richiamano la storia del locale del Medioevo. Il vetro delle vetrine rompe la luce in modo ottimale, cosicché le fedi nunziali, gli anelli di fidanzamento, i collier, i braccialetti, le catenine e gli orecchini brillano in un fantastico splendore. Per promuovere il carattere museale, sulle singole vetrine si trovano le informazioni sulle pietre e i gioielli. Inoltre, non sono esposti solo pochi pezzi unici, bensì molti gioielli delle collezioni ricche di varianti.

L’idea della manifattura è ripresa anche dal pavimento in legno pregiato. È stato realizzato dall’azienda manifatturiera di parquet Schotten & Hansen. Ogni pavimento realizzato da questa azienda è frutto di un lavoro manuale, è una lavorazione singola limitata e pertanto qualcosa di veramente speciale. Alla luce risaltano particolarmente i colori affascinanti e brillanti dello “Studiopark Master Edition, Rovere, Moscata”.  “eveline frischknecht fine jewellery” e il pavimento di parquet di Bauwerk Parkett hanno in comune non solo la produzione ma anche l’unicità e il gioco di luce, che rende il parquet adatto alla gioielleria di San Gallo.

La ristrutturazione nel marzo 2017 è durata quattro settimane. Oltre a rovere, ottone e marmo, l’architetto d’interni Ina Rinderknecht ha utilizzato per le pareti della pittura a base di calce e per lo zoccolo della vetrina grande, cemento a vista. Tutti i materiali insieme conferiscono all’ambiente impregnato di storia un calore avvolgente e un carattere nobile ma tuttavia tipico del luogo.

IL PRODOTTO BAUWERK UTILIZZATO

La Master Edition coniuga la competenza e l’esperienza di due aziende leader nella produzione di parquet con una lunga tradizione. Ogni plancia racconta la sua storia straordinaria ricca di passione, estetica e senso di precisione.

altre referenze nel Business